[VIDEO] Ragazza si spoglia e si getta tra le braccia di un poliziotto per evitare l'arresto

Dettagli
CINA - Un'accesa discussione tra la polizia e una giovane è finita con un insolito siparietto osé. La scena, raccontano le immagini di una tv locale, si è svolta in un bagno pubblico, dove la donna stava protestando contro gli agenti in modo animato; prima si è sdraiata a terra, poi una volta sollevata di peso, ha iniziato a sbraitare e strattonare uno dei poliziotti, per evitare di essere fermata.

Avendo intuito che le proteste sarebbero state vane, la mossa disperata e hot. La ragazza infatti si è tolta in un attimo la canottiera che indossava ed è rimasta in topless, abbracciando e avvinghiandosi a uno degli agenti, cercando di baciarlo e successivamente di colpirlo.



Clicca qui per tutte le altre notizie assurde!

Clicca qui per condividere su FaceBook

Cleptomane si amputa le mani pur di non rubare più.

Dettagli

EGITTO - Un uomo egiziano si è tagliato via entrambe le mani mettendole sui binari mentre stava arrivando un treno, per vincere la sua dipendenza dal rubare. Ali Afifi, 28 anni, era così costernato per i suoi crimini abituali che ha preso la decisione di amputarsi le mani come unica soluzione per smettere. Il giovane, ha probabilmente preso alla lettera le regole della Sharia, e si è auto-inflitto questa terribile punizione.

Il 28enne ha detto che la sua ‘malattia’, che lo costringeva a rubare, è iniziata in giovane età, quando ha cominciato col prendere il pranzo del suo compagno di banco alle elementari. E poi l’escalation con articoli vari nei negozi, fino ad arrivare a rubare i telefoni cellulari e i gioielli d’oro prendendoli direttamente alle persone. Ha detto che dava i soldi che racimolava con i furti ai bambini e alle famiglie povere. Ma Afifi non era in grado di far fronte al senso di colpa e ha fatto il terribile gesto per porre fine al suo comportamento compulsivo. Ha detto che voleva aiutare la sua città  a migliorare gli edifici e per la costruzione di un centro giovanile. Voleva e vuole anche sposarsi, ma dubitava che una donna egiziana lo avrebbe voluto a causa della sua storia di furti.

L’interpretazione della legge da parte dei musulmani varia tra le culture, ma in alcuni paesi chi è sorpreso ripetutamente a rubare è punito con il taglio della mano. Normalmente, una persona trovata a rubare è chiamata in un tribunale della Sharia in cui i giuristi islamici decidono quale debba essere la pena da infliggere al colpevole. Ma il signor Afifi ha deciso che sapeva quale fosse il suo destino secondo la ‘legge divina’. Per la Sharia, rubare è considerato uno dei più gravi crimini come specificato dal Corano.

In paesi come l’Iran, l’Arabia Saudita e la Nigeria settentrionale, l’amputazione per ripetuti furti è ancora praticata. In Egitto, invece, i giudici non permettono l’amputazione giudiziaria già da molti anni.

Clicca qui per tutte le altre notizie assurde!

Clicca qui per condividere su FaceBook

18enne accoltella il padre: ''Volevo capire cosa si prova ad uccidere''

Dettagli USA - Ha tentato di uccidere il padre con un coltellino a serramanico perché "voleva capire cosa si prova a uccidere un uomo". Bamboo Flute Blanchard, un 18enne di Gainesville, in Florida, è stato arrestato martedì con l'accusa di tentato omicidio.
Il giovane era in casa con il padre 54enne. Ha prima rivolto il coltellino contro di sè, ma poi gli è mancato il coraggio e ha raggiunto l'uomo, che stava guardando la tv sdraiato nella sua camera da letto, e l'haaccoltellato al petto. Inizialmente il padre, come ha raccontato alle autorità, non aveva capito di essere stato accoltellato e pensava di aver ricevuto solo un pugno dal figlio, ma si è poi reso conto di sanguinare.
Interrogato dagli investigatori, Bamboo Flute non ha rilasciato dichiarazioni eccetto la giustificazione: "Volevo capire cosa si prova ad uccidere un uomo".

Clicca qui per tutte le altre notizie assurde!
Clicca qui per condividere su FaceBook

Salerno: matrimonio finisce in rissa, divorziano fuori dalla chiesa

Dettagli SALERNO - A Salerno, presso la chiesa di  Sant’Egidio del Monte Albino, un matrimonio come tanti altri, è finito in modo grottesco, con una grande rissa che ha coinvolto gran parte dei parenti sia dello sposo che della sposa. Il matrimonio fino a quel momento si era svolto in modo tranquillo, tutta la cerimonia era stata rispettata ed il fatidico “si” era stato pronunciato. Il caos è nato all’uscita della chiesa: durante il classico momento del lancio del riso, qualcuno degli invitati ha pronunciato una frase fuori luogo, una battuta eccessivamente carica di malizia che ha provocato subito una reazione inaspettata da parte di un gruppo di parenti, che hanno iniziato ad insultare e alzare le mani, dando vita a una bagarre destinata a rovinare per sempre il giorno più bello della giovane coppia. Il caos è sfociato in rissa, che ha coinvolto sempre più invitati, parenti dello sposo e della sposa che hanno iniziato a darsele senza ragione, rendendo la cerimonia un vero e proprio inferno, una farsa tragicomica degna dei film sentimentali più irriverenti. Il pranzo di nozze è stato ovviamente annullato, dal momento che ormai la cerimonia era stata definivamente rovinata. Quel che è peggio è che anche il viaggio di nozze è stato cancellato, dal momento che la coppia avrebbe preparato precocemente le carte della separazione, rendendo il loro matrimonio come uno dei più corti della storia.

Clicca qui per tutte le altre notizie assurde!
Clicca qui per condividere su FaceBook

Lei lo delude, lui tappezza l'auto di foto osè di loro due

Dettagli

SARDEGNA - La vendetta hard è costata cara al fidanzato deluso che ora deve rispondere di danneggiamento, accesso abusivo a sistema informatico e detenzione di materiale pedopornografico.

Le indagini hanno anche accertato che sul pc usato per mettere a punto la strategia erano custodite anche immagini che ritraevano minori.

La denuncia è stata presentata da una 39enne di Quartucciu. I fatti risalgono a sei anni fa. Il 10 aprile del 2007 il padre della donna trovò decine di foto, stampate su carta A4, attaccate alla propria auto. Ritraevano sua figlia impegnata in scene di sesso con l'uomo oggi imputato.

Clicca qui per tutte le altre notizie assurde!

Clicca qui per condividere su FaceBook
   
   
   

Cerca in BakOOm  

   

Aggiungici su FB  

   
© BakOOm